logo

ATTIVITÀ SVOLTE O IN CONTINUITÀ DI SVOLGIMENTO DA PARTE DELLA FONDAZIONE

Nell’ambito della propria attività statutaria la Fondazione negli anni recenti, ha finanziato due campagne fotografiche a scopo di studio: una sugli affreschi del Palazzo di Nicolò da Correggio (1490 c.), rinvenuti all’interno dell’attuale Teatro Comunale; e una sul portale di Palazzo dei Principi. L’impegno sui restauri ha promosso il recupero di tre dipinti della Chiesa di San Giuseppe (1998) e di quattro pale della Basilica di San Quirino in Correggio (2003). La Fondazione è consuetamente rivolta sul fronte accademico-didattico, organizzando presentazioni e conferenze di storia dell’arte, in sede e in varie città. In questo contesto, si colloca la “Giornata Allegriana“, un appuntamento ciclico che avviene in occasione di edizioni o di eventi particolari, in cui critici ed esperti del Correggio di fama internazionale, si ritrovano nella sua città natale per confronti ed approfondimenti coralmente partecipati.

La giornata Allegriana è stata così l’occasione di presentare al pubblico i volumi della collana “I Quaderni della Fondazione Il Correggio” , giunti al n. 9 nel 2011, e le monografie che sono iniziate nel 1997 con la grande opera “Correggio” di David Ekserdjan (tradotta in italiano a cura della Fondazione stessa), e sono proseguite nel 2004 con il fondamentale studio di Elio Monducci “Il Correggio. La vita e le opere nelle fonti documentarie”, e nel 2007 con l’opera esplicativa di Giuseppe Adani “Correggio, pittore universale”.

Attività regolari della Fondazione, in tutti gli anni trascorsi sono state:

  • Commissioni di studio agli Autori dei Quaderni e delle Monografie.
  • Commissioni e accettazioni di studio nelle forme di tesi universitarie, articoli e saggi pubblicati in varie riviste, nazionali e internazionali.
  • Lezioni riservate alle Scuole, con la presenza di Relatori di chiara fama. Concorsi ed esposizioni scolastiche.
  • Conferenze d’arte tenute in Correggio e in varie città italiane.
  • Presentazioni delle proprie pubblicazioni, degli acquisti, delle opere d’arte ricevute in custodia. A queste occasioni hanno partecipato studiosi e ricercatori di notevole fama e prestigio. La Fondazione ha sostenuto la realizzazione del Dossier n. 233 “Correggio” della rivista Art e Dossier (maggio 2007), di Leandro Ventura.
  • Collaborazioni a diverse Mostre a carattere internazionale. La Fondazione ha partecipato alle fasi preparatorie della Mostra su “Correggio e l’antico” presso la Galleria Borghese di Roma (2008) e della Mostra Antologica di Parma (2008). In questa ultima occasione ha guidato diversi gruppi di visitatori, italiani e stranieri.
  • Promozione di proprie Mostre. La prima nell’inverno 1993-94 a Correggio, con Catalogo di Eugentio Riccòmini, per la presentazione del “Volto di Cristo”. La seconda, sempre a Correggio, con la ricostruzione del “Trittico della Misericordia”, comportante l’ottenimento in prestito del “Cristo in gloria” della Pinacoteca Vaticana e delle copie dei due laterali, dove gli studiosi della Fondazione hanno dimostrato l’autografia della tela vaticana attraverso un’ampia documentazione nel Catalogo “Il Correggio a Correggio” (2008-2009). Mostra di soggetti francescani del Correggio o dal Correggio (ottobre-novembre 2013), nel Palazzo dei principi di Correggio.
  • Prestiti di proprie opere a grandi Mostre Internazionali. Di notevole rilevanza il prestito del “Volto di Cristo” e della “Pietà” del Correggio alla Mostra “Gesù. Il corpo e il volto nell’arte” tenuta alla Venarìa Reale in occasione della grande ostensione della Sindone, Torino 2010. Di eguale importanza il prestito del “Volto di Cristo” alla Mostra della Giornata Mondiale della Gioventù 2013 presso il Museo Nazionale delle Belle Arti di Rio de Janeiro. In entrambe le occasioni la Fondazione ha fornito ampi contributi ai Cataloghi.
  • Acquisti di edizioni specifiche sul Correggio, la sua fortuna nei secoli, il rinascimento italiano, la cultura rinascimentale. Acquisti di edizioni rare o fuori catalogo. Acquisti sui beni culturali del territorio e sui Maestri locali.
  • Realizzazioni di carattere multimediale. Sono già stati realixzzati: una “autobiografia” del Correggio, come presentazione dell’artista e delle sue opere principali; un tour virtuale sui luoghi allegriani in Correggio; un’ampia didassi sulla Camera di San Paolo. La Fondazione inoltre ha acquisito copia del rarissimo filmato di Claudio Oleari sul restauro degli affreschi della cupola nel Duomo di Parma (1980 c.).
  • Predisposizione di una banca dati bibliografica. La raccolta, tuttora in fieri raggiunge alla data del 2013 circa novecento titoli. La Fondazione sta predisponendone una schedatura di presentazione che agevoli i ricercatori.
  • Predisposizione di una banca iconografica sulle opere e i disegni del Correggio, con eventuali immagini di confronto e comparazione.