logo

PATRIMONIO ARTISTICO DELLA FONDAZIONE

La Fondazione dispone di molteplici materiali di varia tipologia, iniziando dal fondo bibliografico, caratterizzato da testi antiquariali, moderni e riviste tematiche. A tutto il 2013 possiede due preziosi dipinti a olio su tavola di Antonio Allegri, detto il Correggio: la Pietà (34,2 x 29,2), databile intorno al 1512, di suggestiva eco leonardesca, acquistata nel 2002 dalla National Gallery di Washington su perfetta perizia di David Alan Brown; e il Volto di Cristo (24 x 18), già ricordato, databile intorno al 1520. Possiede inoltre un raro foglio bifacciale, disegnato su entrambi i lati dal Correggio, peritato a suo tempo da David Ekserdjian e acquistato dalla Christie’s: su una fronte sta la preziosa visione finale della base della vela est per gli affreschi della cupola del Duomo di Parma, e sull’altra fronte una gamma di prove architettoniche sugli ordini classici, che costituisce il documento grafico più importante, in merito, della cultura dell’Allegri. Su quest’ultima fronte si rilevano pure labili prove di Apostoli e un delizioso schizzo con puttini riferibile o ad una fontana, o ad un cenotafio.  A questo patrimonio, si è aggiunta nel 2003, la tavola “Madonna col Bambino e San Giovannino” di Pomponio Quirino Allegri (1521-1593), ossia una delle pochissime opere mobili di questo pittore, figlio del Correggio, acquistata su indicazione di Mario di Giampaolo presso l’antiquario Bertogalli, di Parma.

La Fondazione ha inoltre acquisito sei grandi e qualificate incisioni ottocentesche da opere del Correggio. Tutti i dipinti sono esposti, con apposita convenzione, presso il Museo Civico della Città di Correggio, sito nel Palazzo dei Principi. Nell’anno 2011 è stata affidata al Museo di Correggio una splendida copia d’epoca della Madonna col Bambino, detta “la Zingarella”, assai fedele alla stesura originale dell’opera, oggi  largamente manomessa.  Nell’anno 2012 la Fondazione ha ricevuto in custodia due mgnifiche tele: una Lucrezia di Guido Reni, e una Sacra Famiglia di Ludovico Carracci. Nell’anno 2013 ha ricevuto, pure in custodia, una bellissima copia settecentesca della “Madonna di San Francesco”, il cui originale – oggi a Dresda – fu posto nell’omonima chiesa in Correggio nel 1515. Anche questi capolavori sono esposti nel Museo Civico, intitolato al Correggio.

Si elencano qui i principali titoli di possesso della Fondazione il Correggio:

I dipinti sono conservati presso il Museo-Pinacoteca di Correggio:

La PietàLa Pietà
di Antonio Allegri – olio su tavola, cm. 32,2 x 29,2 – 1512 c.
Il volto di CristoIl volto di Cristo
di Antonio Allegri – olio su tavola, cm. 18 x 24 – 1520 c.
Disegno bifacciale:
a) preparatorio
per il settore est della cupola del Duomo di Parma, raffigurante due apostoli con efebi intorno a una finestra circolare (recto). b) studi architettonici con archi su colonne doriche e colonne ioniche (verso)
Madonna col Bambino e San GiovanninoMadonna col Bambinio e San Giovannino
di Pomponio Quirino Allegri – olio su tavola di cm. 26,5 x 14,5 – seconda metà del sec. XVI.
Ritratto di dama“Ritratto di dama”
copia ad olio eseguita da Moreno Bondi

 

 

 

 

 

 

Le incisioni, conservate presso il Museo-Pinacoteca

Madonna di San GirolamoMadonna di San Girolamo
incisione di traduzione; incisore: L. Sivalli;
La Santa notteSanta Notte
incisione bul. e acq;
La Madonna della cestaMadonna della Cesta
incisione di traduzione; incisore: George Thomas Dee;
Sposalizio di Santa CaterinaSposalizio di Santa Caterina
incisione di traduzione;

 

Madonna di San FrancescoMadonna di San Francesco
incisione di traduzione; incisore: Peter Lutz;

 

 

 

 

 

 

Il Fondo bibliografico dell’Allegri, conservato presso la Casa del Correggio.